Amico Bus, un servizio di trasporto pubblico a domicilio presente in cinque degli otto Comuni in cui CTM esercisce il servizio TPL (Cagliari, Quartu Sant’Elena, Monserrato, Selargius, Quartucciu). Si tratta appunto di un servizio apposito per anziani e disabili finanziato dalla Regione autonoma della Sardegna che si propone come strumento di integrazione all’offerta ordinaria di trasporto pubblico e prevede inoltre la presenza a bordo di assistenti che aiutano l’utente nella fase di salita e discesa dal mezzo per permettere in questo modo degli spostamenti in completa autonomia.

Rivediamo insieme l'intervista rilasciata dal Direttore Generale di CTM SpA Bruno Useli agli amici di Sardegnasocieta per capire un po' meglio questo progetto fondamentale che sta aiutando gran parte della Sardegna a rendere questa spendida terra accessibile a tutti.

Iniziamo dalla prima domanda: Quando è nato Amico Bus e quali sono stati i presupposti per far venire alla luce questo importante progetto?

Amico Bus è nato negli anni 2000 per sopperire all’allora mancanza di mezzi adeguati e accessibili, che attualmente abbiamo – risponde il Direttore Generale di CTM SpA Bruno Useli.

Il progetto venne avviato come un servizio sperimentale, ma è stato talmente apprezzato dai passeggeri con disabilità che è diventato parte integrante dell’attuale contratto di servizio con la Regione Sardegna.

È un servizio a chiamata, del tipo “porta a porta” che permette, con una semplice prenotazione telefonica o via web, di richiedere un minibus dotato di pedana elettrica, con un assistente di bordo fin sotto casa.  Il costo è quello di un biglietto di corsa semplice da € 1,30 per tratta.

CTM, l’Azienda che gestisce il trasporto pubblico nell’area vasta di Cagliari, è da anni impegnata nel costante miglioramento del servizio per rendere sempre più attrattiva la modalità del trasporto collettivo rispetto a quella del trasporto privato, con una particolare attenzione al tema dell’accessibilità per le persone con disabilità.

Infatti i mezzi CTM oggi sono dotati di meccanismo di abbassamento del pianale in corrispondenza delle fermate (kneeling), di pedana estraibile per l’accesso a bordo, di sistemi video per le informazioni e anche audio per le indicazioni di prossima fermata. CTM ha implementato le tecnologie per l’infomobilità, tra le quali spicca l’applicazione per smartphone chiamata Busfinder, che permette di verificare in tempo reale gli orari di passaggio dei mezzi in fermata, visualizzare le news sul servizio anche attraverso il social network Twitter, calcolare il proprio percorso e acquistare tutti i titoli di viaggio, anche gli abbonamenti integrati con gli altri vettori, validarli a bordo. A oggi l’app ha superato i 278.000 download ed è utilizzata ogni giorno dal 70% dei passeggeri di CTM. Un successo sorprendente per una città di medie dimensioni come Cagliari, che l’Azienda ha voluto sfruttare implementando la app con funzioni utili anche in chiave di accessibilità: attraverso la app Busfinder si possono per esempio verificare le caratteristiche delle fermate in termini di accessibilità, visualizzando l’intero percorso di ciascuna linea con il simbolo che segnala le fermate accessibili.

Da settembre 2017 l’app è stata dotata di nuove funzionalità per rendere il servizio utilizzabile in autonomia dalle persone non vedenti.

In particolare, Busfinder è stata ottimizzata per l’uso della sintesi vocale, associando etichette parlanti ai simboli grafici utilizzati, dando un significato testuale ai colori, eliminando testi e informazioni che potevano risultare ridondanti. Sono state inoltre introdotte due importanti nuove funzionalità: la “Prenotazione di fermata” e l’Assistente di viaggio virtuale”, al fine di assistere i passeggeri non vedenti a partire dalla fase di programmazione del viaggio fino al raggiungimento della destinazione.

 

Dall'inizio ad oggi quanti utenti hanno usufruito del servizio e che cosa vi rilasciano come sensazione?

Amico Bus è un servizio in costante crescita e apprezzato particolarmente dalla clientela che ne usufruisce regolarmente. Siamo arrivati a gestire anche 80 corse giorno.  Il successo è stato tale che è stato necessario replicare il progetto anche nella città di Sassari.

Per noi è fondamentale contribuire al miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità, è davvero una sensazione che ripaga il lavoro svolto - conclude il Direttore Generale Bruno Useli.


Parlando dell'esperienza cagliaritana di Amico Bus, del bacino di utenza fino ad ora posseduto, sappiamo che riuscite a coprire cinque comuni dell'hinterland cagliaritano, tuttavia risultano essercene ancora 8 scoperte.

Come mai questa discrepanza? Cosa si intende fare per ovviare a questo problema?

A risponderci è sempre il Presidente di CTM SPA, Roberto Porrà: CTM è pronta ad incrementare il servizio Amico Bus anche negli altri comuni attualmente serviti.  Attendiamo gli sviluppi della normativa sul trasporto pubblico locale della Regione Sardegna e auspichiamo che il servizio Amico Bus possa essere ampliato in modo da permetterci di servire i comuni di Decimomannu, Assemini, Elmas e parte di Quartu Sant’Elena fino a Terramala che attualmente non sono coperti dal servizio dedicato.

In questo anno e mezzo di pandemia il settore dei trasporti è stato tra i più toccati. Qual è la vostra esperienza vissuta in questo periodo?

La pandemia ha ridotto in generale il numero dei passeggeri del trasporto pubblico, con gravi conseguenze economiche per le aziende, questo è. Tengo però a precisare che CTM ha sempre garantito il servizio anche durante il lockdown, così come ha garantito il servizio Amico Bus per le persone con disabilità.

Qual è il vostro auspicio per il prossimo futuro?

La qualità della vita di una città si misura anche dall’efficienza del trasporto pubblico e dalla qualità dell’aria: pertanto il nostro obiettivo sarà quello di avere una flotta totalmente elettrica, sostenibile e accessibile, conclude il Presidente Porrà.

 

Spunti da www.sardegnasocieta.com

 

Margherita Rastiello

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00