A leggerla così potrebbe essere un qualcosa di divertente, ma in realtà non lo è e per fortuna poi alla fine tutto si è risolto per il meglio.

Se viviamo in un epoca dove comunque la tecnologia sta migliorando determinate situazioni e in un epoca dove c'è una maggiore solidarietà ed inclusione sociale, tuttavia ancora ce n'è di strada fare e questo dovrebbe essere quello che ha pensato una donna di 69 anni, sordomuta dalla nascita. A raccontare l'accaduto è stata la nipota. La donna, originaria di Alcamo (Trapani), ma residente a Ferrara, doveva prendere un volo da Palermo a Bologna, attesa dalla famiglia, tuttavia si è ritrovata a Breslavia in Polonia. Dopo essere, infatti, riuscita a passare il gate si è imbarcata senza che nessuno le segnalasse che stava salendo sull’aereo sbagliato. Ma come direte voi, con tutti i controlli che vengono fatti fino a quando non si entra nell'aereo, com'è stato possibile tutto ciò? ebbene è stato possibile, infatti, la donna aveva indovinato si il gate e l’accesso, ma probabilmente è arrivata in anticipo e quindi è salita sull’aereo sbagliato, quello che partiva prima.

Una volta arrivata, scesa dall'aereo, si è accorta che qualcosa non andava e che si trovava non a Bologna, ma in Polonia. Che fare a quel punto? la donna non conosceva il polacco e, inoltre, era impossibilitata a usare il telefono perché la sua sim non era abilitata al traffico estero.

Ad aiutarla però è stata aiutata da una passeggera che insieme a un’addetta delle pulizie le hanno permesso di mettersi in contattoprima con la famiglia e poi con il consolato italiano in Polonia, grazie al quale è stato possibile far ritorno in Italia.

Tiziana Scotti

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00