Quello del congedo di maternità è un periodo fondamentale per la neomamma; le permette di restare a casa con i suoi figli senza rischiare di perdere il lavoro e con la retribuzione di esso. A noi in Italia ci sembra un diritto indiscutibile e invece nel mondo non è così. Ci sono Paesi con una legislazione più avanzata della nostra, come la Svezia, in questa entrambi i genitori possono usufruire di 16 mesi. Gli Stati Uniti, invece, non hanno una legge che riguarda il congedo parentale. Fornisce fino a 12 settimane, ma non esiste un obbligo da parte del datore di lavoro di fornire una retribuzione durante il congedo. In Paesi come l'Australia invece lo abbiamo ed esiste anche un sussidio per i figli, pensato proprio per incoraggiare le persone a lavorare. Anche nei Paesi Bassi questo vi è e abbiamo anche il congedo di gravidanza, La donna può smettere di lavorare sei settimane prima del parto, mentre quello di paternità ha durata solo due giorni. In Francia alle madri spettano 16 settimane di riposo tra prima e dopo la nascita. A seconda della situazione il congedo può essere modificato. Se si ha bisogno di più tempo si può chiedere aiuto alla sicurezza sociale. Il congedo di paternità è invece di 11 giorni. Anche nel Paese della Germania sono entrambi permessi. In Giappone il permesso può essere prorogato fino a quando il bambino non raggiunge i 14 mesi. Le leggi sono diverse per ognui luogo, ma è importante notare che la maggior parte lo permette.  Facendo una panoramica ci si rende conto che alcune zone hanno leggi migliori delle nostre, soprattutto per quanto riguarda il congedo di paternità.

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00