Sapere una lingua straniera al giorno d’oggi non è solo importante, ma quasi necessario, non solo per interagire con altre persona, ma anche per trovare un lavoro o partecipare ad un concorso pubblico. Nella maggior parte dei casi, prendendo in considerazione una delle lingue straniere più richieste dal mercato, l’inglese, viene richiesto il livello intermedio B1-2.

Io, ho studiato inglese dalle scuole medie superiori fino alla fine del liceo. Quindi solo per 7 anni ho studiato inglese in maniera del tutto superficiale e non funzionale. A scuola si scrive tanto, si studia molto la grammatica, ma si fa ben poca conversazione in lingua, cosa fondamentale se si vuole imparare davvero una lingua, farla propria, ricordare espressioni o altro.

Ho ripreso l’inglese a 20 anni, durante un corso post diploma, ma poi ho accantonato la cosa, e ora mi ritrovo a 39 anni suonati che ho comprensione del parlato e dello scritto, ma non sono assolutamente autonoma nel fare conversazione con un madrelingua.

Mi blocco, mi terrorizzo, il cervello non trova parole ed espressioni che “so di sapere”, ma che non vengono.

Perché? 

Perché non sono e non siamo abituati (mi riferisco alla maggior parte delle persone che conosco, non a tutti) a parlare la lingua straniera, se non per dovere, il modo di insegnamento scolastico è obsoleto e noioso, nonostante adesso l’inglese venga studiato già alla scuola primaria.

Mia figlia di 6 anni frequenta la prima elementare e ha una sola ora di inglese alla settimana in orario scolastico. Penso sia già qualcosa in più di quello che ho avuto io, ma non basta.

Ci vorrebbe davvero qualcosa di più immersivo per imparare, ma i corsi privati sono molto costosi e quindi se non si può permettersi ci sono alcune valide alternative, almeno per chi vuole cominciare da principiante e raggiungere un livello abbastanza autonomo.

Parlo di alcune app gratuite, per esempio Duolingo, che sto usando io stessa da 3 settimane, ripassando la lingua inglese quasi da zero.

Ma cosa è in concreto questa app?

Duolingo è un social network sotto forma di app digitale che permette l'apprendimento di diverse lingue.

Il programma è progettato in modo tale che gli utenti imparino attraverso le lezioni, la ripetizione delle parole e l’ascolto di piccole storie.

A partire da dicembre 2013, Duolingo offre corsi di spagnolo latinoamericano, francese, tedesco, portoghese, portoghese brasiliano e italiano per anglofoni. Nel maggio 2015, per gli anglofoni, è stato aggiunto l'esperanto e altre lingue che stanno sparendo e che sono parlate da pochi ormai. È disponibile online e sulle piattaforme Android, iOS e Windows Phone.

Io sto studiando l’inglese americano tramite la app che, pensata sotto forma di gioco/game, con sfide e challenge con gli amici, da raccogliere dei punti esperienza che fanno salire nella classifica facendo guadagnare punti esperienza (come nei giochi online) e si possono sbloccare altri contenuti e possibilità di utilizzo.

I pro di utilizzare Duolingo sono:

  1. la versione gratuita offre molti contenuti senza dover passare per forza alla versione a pagamento/plus. Si può ad esempio avanzare guardando pubblicità sulla app o coinvolgere altri amici sui propri canali social a giocare.
  2. Ha molte lezioni semplici e brevi (5-10 minuti l’una) con esercizi diversificati (scrittura, ripetizione vocale e comprensione delle parole dette)
  3. Esiste anche la possibilità di ripassare o rifare le stesse lezioni e anche di saltare di livello, se si hanno già le competenze. 
  4. Crea una certa dipendenza, che fa da stimolo a continuare ad usare l’app, per mantenere lo slancio o semplicemente per aiutare amici o sfidare altri e conquistarsi i primi posti in classifica.

I contro della app sono:

  1. poca o pochissima possibilità di fare conversazione vera, ed esercitare la pronuncia o la comprensione.
  2. Non esistono spiegazioni dettagliate della grammatica e sintassi, quindi risulta tutto un po’ caotico, se non viene spiegato perché è così e non in un altro modo (come ad esempio con il genitivo sassone o il plurale.
  3. Le frasi che si imparano, spesso, non servono a molto in una vera situazione di conversazione.
  4. Il livello che si può raggiungere è quello base, tipo A1-2, per chi sa già un po’ di inglese, questa app non serve, perché non vi porterà mai ad un livello avanzato.

 

In conclusione io, da utente, ne consiglio l’utilizzo nella versione gratuita, ma solo se iniziate da un livello molto basso, mi riferisco ovviamente a ciò che sto provando io, cioè l’inglese americano che Duolingo mette a disposizione per gli utenti italiani.

 

Qui il link per scaricare Duolingo, se lo desiderate: https://it.duolingo.com

 

Fonte:

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Duolingo

 

(Immagini libere o proprie)

 

Samanta Crespi

 

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00