Molto lontano, su uno strano pianeta vivono gli Smei e i Smufi. Gli Smei e i Smufi non giocano assieme. Ma un giorno, Dante e Grea, due alieni appartenenti a due famiglie differenti si incontrano e iniziano a giocare insieme nonostante il disaccordo di entrambi i loro nonni..."

Questa la trama del libriccino “Gli Smei e Gli Smufi” di Julia Donaldson, per l’occasione, uscito in edicola allegato al Corriere della Sera, o alla Gazzetta dello Sport.

Questa storia fa parte della collezione “Albumini” che ha avuto grande successo nel 2020, adesso riproposta per questo 2022 e prevede 35 uscite (di cui questo degli Smei e Smufi è il volume 2), con le più belle storie illustrare per bambini dai 3 ai 6 anni.

Gli Smei e Gli Smufi” che ho letto per la prima volta con la mia bimba, questa settimana, racconta una storia divertente e delicata in rima. 

Gli Smufi sono blu e gli Smei sono rossi, hanno usi e costumi molto diversi e non giocano insieme ma, come spesso accade quando si cerca di dividere per paura o diffidenza o pregiudizio, i diversi si attraggono, e così Dante lo Smufo e Greta la Smea si trovano a giocare insieme, perché sono stufi di sentirsi ripetere le solite cose e si annoiano con i propri simili, a dispetto di cosa pensano i nonni e le famiglie, e soprattutto a dispetto di tutte le differenze, che anziché dividerli li uniscono.

Crescendo, nella storia, raccontata in rima e con parole divertentissime e senza senso, Dante e Greta si innamorano e fuggono dal pianeta con un razzo.

Novelli, alieni e coloratissimi “Giuletta e Romeo” con il lieto fine però.

E ciò che metterà tutti d’accordo è proprio il fatto che Gli Smei e Gli Smufi si mettono a cercare gli scomparsi Dante e Greta e nel lungo viaggio, imparano a conoscersi e a capirsi, pur rimanendo se stessi, blu e rossi.

Quando finalmente riabbracciano i loro “Dante” e “Greta” scoprono che dal loro amore è nato un bebè che metterà tutti d’accordo.

In fondo è l’amore ed è il cercare di capirsi che crea empatia e che ci fa superare le diffidenze e difficoltà. E questo vale per tutti, a qualsiasi condizione: che la barriera sia linguistica, culturale o fisica (come nel caso della disabilità).

A mia figlia di 5 anni è piaciuto molto, come tanti altri “Albumini” del resto, poi la storia insegna in maniera divertente e ironica a non aver paura dell’altro e che anzi possono nascere grandi amicizie anche tra persone apparentemente molto distanti.

Leggere questo testo insieme ai nostri bambini significa anche rendersi conto, insieme, che a volte sono proprio loro a dover insegnare qualcosa a noi adulti, a farci ritrovare la giusta strada e il giusto modo di stare al mondo nel rispetto per sé stessi e per gli altri, per quel senso di comunità che non abbia pregiudizi verso il diverso, che affronti la vita con razionalità ma seguendo anche le proprie sensazioni.

(In corsivo Citazione da qui: https://www.google.it/amp/s/www.milkbook.it/gli-smei-e-gli-smufi-julia-donaldson-axel-scheffler-emme-edizioni/amp/)

(Immagini libere o proprie)

Samanta Crespi 

 

 

 

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00