Caldo e afa sono nemici delle energie a disposizione dell'organismo. Comunque non dimenticare di mettersi un cappello di colore chiaro e di proteggere gli occhi con occhiali da sole; inoltre occorre prevenire le scottature con creme solari ad alto fattore protettivo. Le temperature in questi giorni stanno raggiungendo livelli record in tutta la penisola e l’ondata di caldo non accennerà a diminuire, alcune accortezze sono sicuramente utili per difendersi dal caldo estivo e per limitarne le possibili conseguenze negative sulla salute. Anche dall’alimentazione, in particolare dall’apporto di liquidi. È importante bere spesso, idealmente circa 2 litri nella giornata, limitando però le bibite gassate e zuccherate, the e caffè ed evitando completamente gli alcolici. Iniziare a fare attività fisica in una giornata o in un orario molto caldo non è assolutamente indicato. Il corpo si deve abituare gradualmente alla temperatura e all'umidità, che impedisce al sudore di evaporare. La sudorazione di per sé non fa dimagrire perché non brucia calorie. L’idratazione è fondamentale per il bilancio idrico dell’organismo: si perdono elettroliti, coinvolti in diverse funzioni biologiche, che devono essere reintegrati. In estate , prosegue ,benissimo anche uno spuntino a base di frutta dopo aver fatto attività fisica. Il problema del caldo è sentito a ogni livello di professionismo sportivo. Un’alternativa potrebbero essere gli sport acquatici, ma attenzione alla temperatura dell’acqua. . Un altro consiglio di ordine generale è di evitare di uscire di casa nelle ore più calde, indicativamente dalle 11 del mattino al tardo pomeriggio; in ogni caso quando si esce è bene indossare vestiti freschi, morbidi, di cotone o lino. Se, poi, si aggiungono anche gli effetti dello stress il gioco è fatto, a risentirne non è solo la mente, ma anche il fisico e si possono incontrare serie difficoltà ad affrontare la giornata godendosi tutta la bellezza di questa stagione. Fra i meccanismi che il nostro organismo ha a disposizione per non surriscaldarsi c'è la sudorazione, che serve per abbassare la temperatura corporea. Se la sudorazione però è abbondante il rischio di disidratazione e di perdita di sali minerali può aumentare. Per questo sudare abbondantemente comporta una maggiore perdita di acqua e di minerali. Infatti, in base alle esigenze e problematiche bisogna fare attenzione a non eccedere. Anche la perdita di magnesio e potassio dovuta ad abbondante sudorazione tipica del periodo estivo può manifestarsi con stanchezza, spossatezza, debolezza e crampi muscolari. Per questo è prima di tutto importante bere molto. Anche un sonno adeguato è fondamentale. Meglio evitare di farsi tentare dalle piacevoli temperature serali e fare le ore piccole dormire 7/8 ore sufficiente per ricaricarsi.  

Piero D.M.

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00