Dopo ben 10 anni di battaglie legali, alla fine, l'attore comico Mike Ward ha avuto ragione. Infatti,, la Corte suprema canadese ha dichiarato che Mike Ward può e, in caso, con pieni diritto, deridere un giovane cantante disabile.

Ma cosa è successo? Tutto è cominciato nel 2010, quando Mike Ward, un popolare comico canadese del Quebec, ha iniziato a raccontare diverse barzellette, che facevano riferimento alla disabilità del cantante bambino Jeremy Gabriel, che ha la sindrome di Treacher Collins, una malattia genetica che può influenzare la struttura ossea del viso e, nel suo caso, ha causato una grave sordità. Ovviamente, la famiglia, stanca delle prese in giro, aveva presentato una denuncia per i diritti umani davanti al Tribunale per i diritti umani del Quebec, tribunale specializzato in casi che riguardano discriminazioni o molestie. Naturalmente, il comico aveva perso inizialmente. Così, presentato ricorso, tuttavia, la Corte d'appello confermò la sentenza del tribunale infliggendo anche una multa di 35.000 dollari canadesi a titolo di danni morali e punitivi. Ward ricorrse in appello alla Corte Suprema, sostenendo che si trattava di una questione di libertà di parola e, proprio qualche giorno fa, la più alta corte del Canada ha stabilito che il signor Gabriel è stato preso di mira non a causa della sua disabilità, ma a causa della sua fama. Pertanto, le barzellette raccontate sul cantante, all'epoca bambino, non costituivano una discriminazione. La maggior parte dei comici si sono schierati con Ward, in quanto una sentenza simile avrebbe avuto ripercussioni su una serie di situazioni spesso anche al limite delle offese. 

Senzadubbio, tutto questo farà discutere, fa pensare soprattutto una cosa: quanto è giusto deridere una persona? sappiamo che la satira esiste da sempre, ma si dovrebbe rispettare un limite?

Tiziana Scotti

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00