Oramai è senza fuori di ogni dubbio che il giocare o, come viene definito oggi, il mondo del gaming ha una sempre maggiore importanza nella società odierna.

Ovviamente e lo dico subito, stare troppe ore a giocare a un videogioco, qualsiasi esso sia, fa male ed è dannoso per la salute e la socialità di una persona che abbia o no determinate disabilità, ma il gaming è una passione in grado di mettere le persone di tutto il mondo in contatto fra di loro e, attraverso supporti specifici, anche le persone disabili riescono a giocare anche con ottimi risultati, consentendo una maggiore inclusività.

Microsoft, insieme a Xbox è e sta diventando sempre più accessibile, attraverso ad esempio l’Adaptive controller di Xbox. Ma non basta, infatti Microsoft sta per introdurre delle etichette all’interno delle descrizioni dei giochi per Xbox, per aiutare gli utenti a identificare i giochi che presentano opzioni proprie per utenti con determinate disabilità. Si tratta di un’iniziativa importante, che va di pari passo ad una continua ricerca di quello che finora era stato escluso, e cioè tutte quelle persone disabili che tuttavia sono in grado e possono giocare e sfidare qualsiasi altra persona nella comunità del mondo del gaming.

Dietro, ovviamente, c’è anche un’operazione commerciale in quanto si entra, in questo modo, dentro un mondo inesplorato, ma alla fine, penso che, propositi a parte ed intenzioni reali, sia un’ottima idea e soluzione. In questo modo, tutti potranno giocare e non si sentiranno esclusi.

Penso che tra qualche anno, tutti i giochi avranno questa possibilità, pertanto non ci resta xche aspettare.

Alessandro Cavernicoli

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00