Il presepe dal latino Praesaepe cioè mangiatoia deve la sua origine al 1223 anno in cui San Francesco D’Assisi di ritorno dalla Terra Santa, volle riprodurre la Natività. Con il beneplacito di Papa Onorio III potè realizzare un presepe vivente all’aperto, non potendo a quei tempi farlo nelle chiese. Fu realizzato a Greggio che ricordava tanto Betlemme. Così in una grotta fu preparata una mangiatoia con della paglia. I contadini portarono le torce, un bue e un asinello: fu il primo presepe vivente; da allora si diffuse in tutta la cristianità.

Notizie dei primi presepi abbozzati si hanno già nelle catacombe dove i primi cristiani scolpivano le statuette che ritraevano la Sacra Famiglia.

Successivamente, quando i Cristiani potettero professare liberamente la loro fede, le chiese si arricchirono di immagini e dipinti e nel 1200 si realizzarono i primi personaggi in terra cotta. Nel 1283 avvenne la rappresentazione del primo presepe in cui figuravano altri personaggi in legno tra i quali i Magi ad opera di Arnolfo di Cambio, uno scultore, oggi conservate nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma.

Successivamente tale tradizione arrivò in Toscana e nel Regno di Napoli. Tra il 600 e il 700 gli artisti napoletani hanno introdotto la consuetudine di aggiungere alla rappresentazione originaria, personaggi di rilievo dell’attualità, mentre compiono le proprie attività giornaliere. Questo si può osservare passeggiando lungo la via di San Gregorio Armeno. Attualmente la rappresentazione del presepe è diffusa in tutti i paesi cattolici del mondo.

Quello tradizionale comprende la grotta o la capanna con Giuseppe e Maria, la mangiatoia, il bue e l’asinello, i pastori, le pecore, gli angeli e i Magi e altre statuine di vari materiali.

La statuetta di Gesù Bambino viene collocata a mezzanotte del 24 e le figure dei Magi vengono avvicinate nel giorno dell’Epifania.

Il presepe così allestito rimane fino a questo giorno o fino alla Candelora in tutto il mondo cristiano.

Ultimamente ha preso piede anche un altro modo di rappresentazione presa dalla tradizione medievale e cioè quella del Presepe Vivente con personaggi reali.

(FOTO LIBERA)

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00