Adesso che vi è la guerra in Ucraina magicamente appare la carenza di frumento in Italia.

Inspiegabilmente siamo lo Stato che importa maggiormente frumento dall'Ucraina.

È ovvio che l'Italia ha carenza di frumento, quando capiremo che è impossibile pagare al produttore il frumento 0,20 o 0,30 centesimi al kg?

Ricordo che mio padre mi raccontava: che sino agli anni 60 del secolo scorso venivano seminati anche i pezzi di terra ove non arrivava il mulo, si avete compreso bene non parlo del trattore, ma del mulo. Pertanto quel pezzo di terra andava arato interamente a mano. Tutto ciò avveniva anche se con immani sacrifici, proprio perché con il frumento ci campavano tramite viveri ed economicamente intere famiglie.

Adesso che abbiamo tutto meccanizzato paradossalmente accade il contrario, ma come possiamo pretendere che il contadino semini il frumento se non riesce a recuperare nemmeno il costo delle sementi?

Adesso c'è la guerra in Ucraina, le importazioni sono interrotte e l'Italia rimane comu a chiddu ca a vitti a sa suoru.

È doveroso ricordare che senza frumento non possiamo più mangiare i carboidrati, pertanto il costo del pane e della pasta aumenterà ulteriormente.

Quando capiremo che dai diamanti non nasce niente, ma tutto si crea dalla terra e dal letame sarà sempre troppo tardi!

 

Nele Vernuccio

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00