09/10/2018 - AUTORE: Pietro Marino

Sono ricche di minerali, vitamine e aminoacidi. Sono, inoltre, alimenti privi di glutine e ricchi di fibre. Finalmente castagne e marroni sono pronti a ricoprire le tavole allo scoccare delle prime giornate d’autunno. Questi frutti autunnali sono ricchi di amidi energetici e grazie alla loro ricchezza in fibre e potassio, fanno assimilare meno grassi e aiutano contro la stipsi. Tutte le proprietà nutritive in esse contenute sono di grande supporto per il sistema nervoso, grazie alla presenza di vitamina B; all'apparato circolatorio, poiché ricche di antiossidanti; così come al sistema immunitario e in gravidanza. I castagneti e i loro ricci spinosi sono pronti a regalare ai golosi i loro frutti, che possono essere cotti come caldarroste oppure tritati per ottenere della farina. I castagneti sono infatti presenti in gran numero in Italia, dal nord al sud del Paese, e in molte località. Da non dimenticare, inoltre, anche la Campania in cui si trovano alcune delle migliori qualità di castagne e marroni italiane. Sono molte le varietà presenti in Italia, circa 300, le più conosciute sono quelle di Marradi, di Montella in provincia di Avellino e del Mugello. Le castagne presenti nell’entroterra della Campania sono generalmente più piccole rispetto a quelle che si possono raccogliere in Piemonte o in Toscana, ma ciò non le rende di certo meno gustose. Piemonte quanto in direzione della Toscana, due delle regioni italiane più ricche sotto questo aspetto, come dimostrato dalle numerose sagre che si organizzano. La raccolta di questi prodotti continua pure scendendo verso il sud del Paese, ossia nel Cilento e lungo parte dell’Appennino campano. Le castagne, possono essere consumate fresche, essiccate, bollite, o trasformate in farina. Le castagne sono un frutto amato da tutti e si prestano a vari tipi di cottura. Oltre ad avere un buon potere nutriente hanno anche proprietà terapeutiche. Non più tardi di qualche decennio fa le castagne rappresentavano la base dell’alimentazione quotidiana delle popolazioni di montagna. Un seguito, con l’arrivo del benessere il loro utilizzo è stato ridotto di molto a favore di prodotti più raffinati. Gli studi ci informano che le castagne contengono antiossidanti, questi possono ridurre l’infiammazione e migliorare la salute del cuore. Hanno un buon contenuto di potassio che, secondo uno studio eseguito , potrebbe abbassare la pressione del sangue e ridurre il rischio di ictus del 24 %.Essendo ricche di minerali le castagne sono particolarmente indicate per chi soffre di stanchezza cronica, per chi deve riprendere le forze dopo l’influenza e per bambini ed anziani. Uno studio del 2011 ha rilevato che l’estratto di castagna provoca la morte per apoptosi delle cellule del tumore gastrico. Nello studio si sono rilevati effetti benefici anche nei confronti del tumore alla prostata ed al seno. I miglior risultati però sono quelli relativi al tumore gastrico. Ovviamente molte sono le condizioni favorevoli per il loro consumo ovviamente senza esagerare, perché ci sono anche le controindicazioni, a causa dell’alto contenuto di amido se le castagne non vengono cotte bene la loro digestione può risultare difficoltosa. In generale il loro consumo è sconsigliato per chi soffre di colite, aerofagia, diabete, obesità e patologie legate al fegato. Con le castagne si prepara un’ ottima farina che può essere utilizzata per preparare pane, ciambelle, polenta, frittelle e torte. L’unico accorgimento, al momento dell’acquisto, è quello di verificare che le castagne non siano state attaccate dai parassiti: la buccia deve presentarsi liscia, intatta e di colore brillante. Una volta a casa, prima di cucinarle vanno immerse in acqua per un paio d’ore, eliminando quelle che affiorano a galla.La castagna simbolo di aggrecazione con amici in una serata d'autunno vicino alla brace di un caldo camino.
Piero
CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00