Il lavoro è un diritto per tutti e soprattutto in questo periodo in cui da due anni viviamo prima una vera e propria crisi e battaglia pandemica poi una crisi economica, un lavoro è sempre utile per vivere almeno dignitosamente.

Per una persona disabile, si sa, tuttavia, le occasioni sono poche e per questo è intervenuto il governo che da qualche tempo ha disposto che un'azienda debba assumera in un certa proporzione con i suoi impiegati un certo numero di persone con disabilità.

Ci sono delle novità. Se in ogni caso, esistevano multe per quanti non rispettavano questa disposizione, le multe, da 1° gennaio 2022, tra poco quindi, con  il decreto n. 194 del 30 settembre 2021, aumenteranno arrivando ad una sanzione di 702,43 euro più 34,02 euro per ogni giorno di ulteriore ritardo, ricordo che oggi la multa è di 635,11 euro maggiorata di altri 30,76 euro per ogni giorno di ritardo. Se, invece, si tratta di una violazione dell'obbligo di assunzione si pagherà invece una sanzione di 196€ al giorno. Si tratta quindi della terza volta che vengono aggiornate le sanzioni in base a quanto previsto dalla legge n. 68/1999, l'ultimo risaliva a dicembre 2010.

La legge n. 68/1999 prevede, in sintesi, che il datore di lavoro, sia pubblico che privato, debba inviare annualmente il prospetto informativo dal quale risultino il numero complessivo dei lavoratori dipendenti, il numero e i nominativi dei lavoratori, ma anche i posti di lavoro e le mansioni disponibili per i disabili.  Se ciò non avverrà, come detto sopra, ci sarà una sanzione di 702,43 euro più una maggiorazione per ciascun giorno di ritardo pari a 34,02 euro. E direi non è poco. Inoltre, dal 1° gennaio 2022 il datore di lavoro dovrà pagare un contributo pari a 39,21€, invece che degli attuali 30,64€ per ciascun disabile non assunto e per ciascun giorno lavorativo. Attenzione pertanto!

L'aspetto infine da non trascurare e da considerare è che passati 60 giorni dalla data in cui c'è l'obbligo di assumere disabili, per ogni giorno in cui l'obbligo risulta scoperto, per cause ovviamente imputabili al datore di lavoro, il datore di lavoro verrà multato per un importo complessivo pari a cinque volte il contributo esonerativo e quindi dal 1° gennaio 2022 la multa passerà dagli attuali 153,20 euro al giorno per ogni disabile non assunto a ben 196,05 euro.

Insomma, giusta o no, pensatecic bene e se volete rischiare fatelo, ma sappiate che in caso, come si dice, la pagherete e molto cara. 

Alessandro Cavernicoli

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00