Il movimento costante, per gli esperti  aiuta la salute mentale, contribuendo al mantenimento delle funzioni cognitive e alla riduzione del rischio di depressione e di demenza, riducendo anche stress e ansia; migliora la qualità del sonno e dell'autostima, migliora il modo di gestire lo stress e scarica le tensioni accumulate. Ad oggi non ci sono più dubbi: la scienza infatti ha ampiamente dimostrato che, non solo seguire una dieta sana, ma anche svolgere quotidianamente attività fisica moderata è fondamentale per prevenire l’insorgenza delle patologie croniche (malattie oncologiche, cardiovascolari, diabete di tipo 2, osteoporosi, patologie neurodegenerative) responsabili di più del 70% di tutti i decessi nel mondo. Con il termine attività fisica s’intende ogni movimento del corpo prodotto dai muscoli scheletrici, che comporti un dispendio di energia, ma anche il movimento spontaneo determinato dalle attività che caratterizzano la vita di tutti i giorni (camminare, andare in bicicletta, salire le scale, fare i lavori L'esercizio fisico costante aiuta a rinforzare muscoli, tendini e legamenti, favorisce una maggiore domestici, ballare, lavare la macchina, portare le borse della spesa, fare giardinaggio, etc.).  L’OMS ha stabilito che qualsiasi attività fisica svolta durante il tempo libero, o come parte del lavoro di una persona, è in grado di essere benefica per la salute. Lo sport rappresenta un'esperienza fondamentale anche nella vita dei bambini in fase di crescita. Può essere praticato a partire dai 3 anni, per favorire un equilibrato ed armonico sviluppo del corpo, dello scheletro, dei muscoli e delle articolazioni dell'infante. Lo sport, utilizzato per l'educazione dei giovani fin dai secoli più remoti della cultura e della civiltà classica, può infatti diventare un utile strumento per favorire la crescita dei nostri piccoli e garantire al loro corpo uno stato di benessere e una predisposizione mentale alla pratica della vita all'aria aperta, del movimento e della socialità. Lo sport può anche essere visto come una rappresentazione mediata della loro futura vita sociale, che gli insegnerà l'importanza del rispetto delle regole, non solo per ottenere la vittoria .  un aspetto tanto semplice quanto importante per chi fa sport, e in particolare per i bambini che fanno sport, ossia l'alimentazione. I pediatri, ma anche gli allenatori più preparati, consigliano di mangiare sia prima che dopo l'attività fisica: prima, per avere la dose di energia necessaria per affrontare al meglio l'esercizio fisico richiesto, e dopo, per riequilibrare le sostanze e gli elementi persi durante l'allenamento.

Piero D.M.

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00