Un’importante novità che vorrei condividere: la società Microsoft ha annunciato un nuovo piano quinquennale denominato il “Disability Divide”, che consente cioè di colmare il divario di inclusione sociale per le persone con disabilità, tenendo anche conto il periodo di emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Questo piano prevede la formazione, il lavoro ed una tecnologia maggiormente accessibile per rendere, ancora di più, le proprie tecnologie inclusive e creare programmi in grado di supportare le persone con disabilità. C’è da dire che Microsoft, da sempre, ha promosso una tecnologia digitale inclusiva sociale, sostenendo le persone con disabilità.

È pronto quindi un nuovo fondo nell’ambito di AI for Accessibility che aiuterà tutte quelle persone che non possono permettersi di utilizzare le tecnologie assistive, con l’introduzione di nuove funzionalità all’interno di programmi già in uso, come ad esempio Word, al cui interno verranno rilevati e poi convertiti gli stili del titolo per i lettori non vedenti e ipovedenti; o come una navigazione più semplice per Excel, o su Teams sarà possibile utilizzare la modalità a contrasto elevato per accedere al contenuto condiviso utilizzando PowerPoint Live. Anche per LinkedIn verranno create funzionalità specifiche entro la fine dell’anno, come ad esempio sottotitoli automatici per le trasmissioni LinkedIn Live e sottotitoli per contenuti aziendali.

Infine, in alcune università americane, sono previste iniziative per favorire ed incrementare il numero di laureati con disabilità. Per saperne di più ed avere ulteriori dettagli, potete collegarvi a questo link 

Alessandro Cavernicoli 

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00