Lo sport produce effetti decisamente positivi e importanti anche a livello psicologico. I successi ottenuti dagli atleti paralimpici hanno portato l’attenzione sugli aspetti positivi dell’attività fisica anche per chi ha subito lesioni gravi. Lo sport per la persona con disabilità è quindi l'esaltazione delle sue capacità di ciò che sa fare, accrescimento personale, di percezione della propria efficienza e dà vita ad un ambiente ricco di stimolazioni significative. Sia agonistico, sia individuale, lo sport per un disabile è un aiuto indispensabile per potenziare uno sviluppo equilibrato del corpo.   L’attività fisica è un diritto per tutti ma per metterlo in pratica c’è bisogno di strutture sportive accessibili, di personale e allenatori qualificati, accoglienti, preparati sulle diverse disabilità. Lo sport è necessario, integra le terapie e spesso le sostituisce perfino, sia per bambini che adulti e regala anche nuova autonomia nello svolgimento delle attività quotidiane. Lo sport migliora la qualità di vita in modo eccezionale, è prezioso per i bambini e i teenagers perché mezzo di socializzazione e svago. Le nuove generazioni sono pronte per impegnarsi, ce lo dimostrano i nostri atleti di punta e i pazienti della nostra unità spinale. L’attività fisica di tipo aerobico previene le patologie cardiovascolari di tutti ma il rischio di incorrervi è molto più elevato nelle disabilità legate, ad esempio, alle lesioni midollari. Sviluppare il corretto equilibrio per un disabile equivale ad avere una migliore capacità di deambulazione, rafforzando e fortificando i muscoli. Ci sono  una trentina di società sportive affiliate sull’arco alpino e appenninico, con il compito di avvicinare bambini e ragazzi disabili allo sci alpino, nordico, allo snowboard e al bob non solo per allargare il vivaio di atleti ma per divulgare la cultura sportiva e l’importanza dell’attività fisica per la salute nei casi di disabilità. Unica attenzione da avere è evitare il freddo proteggendosi adeguatamente per evitare congelamenti agli arti nei casi di lesioni midollari. I benefici in montagna includono anche la possibilità di stare all’aria aperta in una stagione in cui si tende invece a stare al chiuso. Ovviamente sopra detto, sotto consiglio medico.

Piero D.M.

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00