Sono appena nove i Paesi che vietano la sterilizzazione forzata dei disabili, tra cui vi è anche l'Italia. Ancora autorizzata in 14 Paesi dell'Unione Europea tra cui l'Ungheria, la Repubblica Ceca e il Portogallo. Alcuni disabili vengono persino forzati dai genitori per essere sterilizzati, questo perchè sono preoccupati che la disabilità venga trasmessa ai figli dei loro figli attraverso i geni e in questo modo innescare un campanello d'allarme e preoccupazione. Vi sono anche istituti che vigilano sui rapporti di coppia, ogni volta che un ragazzo e una ragazza disabile si avvicinano questi attivano il protocollo. Questa pratica colpisce in particolare le donne con disabilità mentali che sono sotto la tutela di un parente. Il processo ha requisiti legali rigidi e piuttosto rigorosi, infatti spesso vviene richiesto un intervento urgente. C'è comunque bisogno della consultazione di un ginecologo e di un tribunale specializzato. Molte volte la famiglia del disabile ricorre a ciò perchè trova che questo non sia in grado di crescere un figlio. La pratica può avere gravi effetti fisici e psicologicci sulle persone che la subiscono. Ovviamente viola anche il diritto di decidere del proprio corpo e della propria salute. L'Eurocamera chiede che la pratica venga fermata in tutto il blocco.. La sterilizzazione forzata è una violenza che distrugge la vita delle vittime e porta traumi che durano per sempre e finiscono anche per mettere in discussione le capaacità della persona disabile, considerazione che molte volte viene fatta solo per pregiudizio. Tuttavia la sterilizzazione è adoperata ancora in varie parti di Europa e nel mondo.

 

 

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00