10/07/2018 - AUTORE: Pietro Marino

Il grande caldo inizia a farsi sentire, come ogni anno tutti iniziamo a consumare gelati. L’estate e il sole sono indissolubilmente legati per grandi e piccini alla voglia di gelato. Infatti è proprio l’estate il periodo dove si consuma di più il gelato, dal nord al sud , sono tantissime le gelaterie che propongono gusti di ogni tipo e colore. Il gelato artigianale, questo tipo di gelato è caratterizzato dall'uso di materie prime fresche. Rispetto a quello industriale può presentare le seguenti differenze, il prodotto è solitamente fresco e prodotto dallo stesso rivenditore, minor quantità di grassi, in quello prodotto artigianalmente. La storia del gelato si perde nei tempi. Isacco, offrendo ad Abramo del latte di capra misto a neve, inventò di fatto una forma primitiva di gelato, ma alcuni attribuiscono invece la sua paternità ai Cinesi, che lo avrebbero inventato ben 3000 anni prima di Cristo. Anche i Romani, amanti del buon cibo, consumavano dei dessert gelati, chiamati “nivatae potiones”. Nel 500 ci fu il grande ritorno del gelato grazie alla scoperta dell’America. Nel gelato artigianale propriamente detto, l'ingrediente presente in maggiore quantità è il latte, seguito dagli zuccheri. La ricetta di un buon gelato artigianale, oltre alla selezione di ingredienti di alta qualità, dovrà presentare un corretto bilanciamento dei componenti solidi dei vari ingredienti. È un alimento vero e proprio! – adatto a tutte le età, dai bambini ai nonni. È anche piuttosto sicuro dal punto di vista igienico, perché la temperatura a cui viene prodotto e conservato fino al consumo è estremamente bassa (-8°C) e non permette la crescita di microbi. Nel gelato artigianale di frutta all'acqua, noto popolarmente come sorbetto, sono tipicamente assenti ingredienti quali latte e suoi derivati (laddove presenti il prodotto perde le sue caratteristiche di dessert freddo privo di grassi e di lattosio); taluni operatori ne fanno comunque uso in base a usi alimentari locali o per sopperire all'incapacità tecnica di ottenere un prodotto ugualmente cremoso. Alcune riviste ci dicono che, i consumi in Italia sono cresciuti notevolmente, con un giro d'affari superiore a 2 miliardi di euro. In Italia sono attive 36.970 gelaterie (compresi bar e pasticcerie che vendono anche il gelato artigianale). Occorre infine sottolineare che l'Italia vanta il primato mondiale anche per quanto riguarda la produzione di macchine e attrezzature destinate al mondo della gelateria. Un gelato sicuro deve anche garantire l’assenza di contaminanti potenzialmente tossici, come avviene di norma sia per i gelati prodotti industrialmente che per quelli di buon artigianato. Il gelato non è un dissetante ma un vero e proprio alimento, nel quale sono presenti il latte, le uova, la panna, il cacao, la frutta, fresca o secca, e dunque contiene i nutrienti che da questi ingredienti di base derivano: proteine, zuccheri, grassi, vitamine, minerali e persino fibra. Recenti studi e ricerche hanno rivalutato il gelato come alimento osservando come contribuisca all'apporto di sostanze benefiche per il nostro organismo e non incida negativamente sulla nostra dieta. Possiamo dunque tranquillamente offrire un buon gelato ai nostri piccoli, (salvo intolleranza ai prodotti elencati) ma nei momenti e nelle quantità giuste. Il mercato presenta oggi un vasto ventaglio di scelte: dal gelato industriale a quello artigianale fino alla possibilità di poterlo fare in casa con piccoli elettrodomestici. Cioccolato e crema, nocciola, frutti di bosco, fragola e limone: sono questi i gusti più preferiti dagli italiani. Chi ama il gelato sa che, il modo migliore di gustarlo è farlo sciogliere lentamente in bocca. In questo modo il gelato si riscalda prima di raggiungere stomaco e intestino. È sempre consigliabile quindi non mangiare il gelato in fretta inghiottendolo in bocconi troppo grossi. In conclusione, anche il gelato può entrare a pieno diritto a far parte di una alimentazione sana ed equilibrata, purché ricordiamo sempre una saggia considerazione di non eccedere nel consumo .

Piero

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00