L’ascolto musicale non avviene solo attraverso il timpano, ma è un evento che coinvolge tutto il corpo. Quando un’onda sonora lo colpisce.  La musica mette in azione tutta la sensorialità umana ed è per questo motivo che può essere utilizzata a scopo terapeutico. Sicuramente l’amigdala gioca un ruolo fondamentale. L’amigdala è un gruppo di strutture interconnesse poste sopra il tronco cerebrale, vicino alla parte inferiore del sistema limbico, il circuito attraverso cui passano le emozioni nel cervello. Le risposte immediate agli input musicali come ad esempio la commozione all’ascolto di un brano particolare avvengano ancora prima della reazione della corteccia agli input musicali stessi. Suoni e musica sono composti di vibrazioni, l' unità di misura è l' Hertz, abbreviato Hz. L' universo ha una frequenza armonica di 432 Hz, in contrapposizione a 440 Hz, che è lo standard della musica al giorno d'oggi. Gli effetti emotivi della musica sono prodotti dalle note e dal ritmo. Il meccanismo che si innesca è quello della dopamina: l'ascolto delle melodie preferite induce il cervello a rilasciare maggiori quantità della sostanza chimica che nel corpo eroga sensazioni di benessere e gioca un ruolo nelle dipendenze e nelle motivazioni. I più recenti, autorevoli, fondati e interessanti studi scientifici sugli effetti fisiologici dell’ascolto di musica illustrano diversi, sorprendenti e a tratti impensabili benefici che ne derivano, focalizzandosi sull’induzione di stati d’animo che favoriscono un approccio sereno e sicuro alle sfide di ogni giorno. Per lo studio che lo afferma sono stati usati scanner cerebrali su persone all’ascolto della loro musica preferita. La musica è stata utilizzata per migliaia di anni per le sue capacità di guarigione, il maggior sostegno scientifico all’uso della musica come terapia di guarigione  però è decollato nei primi anni 2000. La ricerca ha evidenziato che alcuni dei principali modi in cui la musica può aiutarci a sentirci meglio , è ridurre l’ansia, migliorando l’ accettazione di sé e facilitando la comunicazione e le relazioni con gli altri, ascoltare musica è altamente legato all’aumento di stati di felicità. La scienza moderna ha iniziato a riconoscere ciò che gli antichi mistici e saggi ci hanno detto per secoli; Che tutto è in costante stato di vibrazione. La musica usata per restituire il DNA umano al suo stato originale e perfetto. aumento della quantità di energia vitale, chiarezza della mente, consapevolezza, creatività risvegliata o attivata, stati estatici come profonda pace interiore, danza e celebrazione.

Piero D.M.

CONTATTACI
SEDE LEGALE

Via S. Quirico 264, int. 2 - 50013 Campi Bisenzio (Firenze)

TELEFONO

(+39) 055 360 562

ORARI

Lun - Ven / 9:00 - 18:00